Sally Gall

Sally Gall è nata a Washington D.C., negli Stati Uniti, nel 1956. Vive e lavora a New York City (USA).

Gall ottenne la Laurea in Belle Arti alla Rhode Island School of Design di Providence, negli Stati Uniti, nel 1978.

La filosofia predominante dei lavori di Gall è il fotografare come il mondo ci modella, e come noi lo modelliamo mentre ci viviamo. Fotografando il mondo naturale e la sua relazione con l’umanità, Gall ha creato un corpus di giardini e paesaggi coltivati, come di creature che vivono all’altezza del suolo e cose che fluttuano nel cielo.

Nella sua serie “Aerial” l’obbiettivo guarda in su ad una linea di bucato appeso. Nella loro sospensione e con il movimento del vento i tessuti assumono significati diversi. Alcuni sembrano avere una forma organica: le curve sinuose li trasformano in creature marine, uccelli o fiori. Altre sembrano figure astratte, che ricordano dipinti di Miró o Klee.

Nell’arco della sua carriera di quasi quarant’anni, Gall ha ottenuto diversi riconoscimenti, tra cui due MacDowell Colony Fellowship e una Rockefeller Foundation Bellagio Residency, ed è stata una Director’s Guest presso la Ranieri Foundation. Le sue opere sono conservate in numerose collezioni pubbliche e private, incluse il The Whitney Museum of Modern Art, The Solomon R. Guggenheim Museum, The San Francisco Museum of Modern Art, il Museum of Fine Art di Houston (USA) e la Bibliothèque Nationale di Parigi.

Visita il sito web